HOME CHI SIAMO NEWS STAMPA AICS SOCIAL AICS.IT
Servizi per i soci AICS
In questa rubrica potete trovare tutte le scadenze fiscali per i circoli/associazioni del mese in corso.
Per consultarle clicca qui

AICS Genova il Comitato Provinciale di Genova dellAssociazione Italiana Cultura e Sport. In parole semplici siamo i rappresentanti nella nostra citt di questo Ente di Promozione, uno dei principali Enti a livello nazionale. Compito del nostro Comitato fornire un aiuto concreto a tutti i circoli e le associazioni che intendono svolgere al meglio e nel rispetto delle leggi la propria attivit sportiva, culturale, ricreativa, ecc.
Aics Genova vanta uno staff giovane e competente ed apolitico.

Dove siamo
Via Galata 33/6a 16121 Genova
orario: dal lun al ven dalle 16.00 alle 19.00 - mar e ven dalle 10.00 alle 12.00
Guarda la cartina

Contatti
tel. 010.55.33.045
email aics@aics.liguria.it

HABILIS, UN VIAGGIO NELLA NATURA

Dal deserto Ubari in Libia, alla grotta del campo base di Sant’Olcese. Habilis evolve, senza la fretta che il tempo di questo tempo mette, ma con la pazienza di chi sa che prima o poi arriverà dove vuole andare. I ragazzi terribili dell’associazione culturale di Tullo, frazione di Sant’Olcese, sono pronti ad accogliere gli allievi e a formarli.

FORMAZIONE OUTDOOR

Con l’obiettivo di conferire un attestato e, chi ce la fa, portarseli in Islanda quest’estate. In un’uscita – almeno un mese tra i ghiacci – che non c’entra nulla con le ferie agostane raccontate sui tg, sui giornali e sulle riviste di gossip. Roba da duri qui. Certo, c’è tutta una preparazione prima, che passa proprio dal campo base di Sant’Olcese, con lezioni e corsi di formazione sportiva outdoor. Con la possibilità di trascorrere anche la notte lì, perchè la struttura c’è ed è bella grossa. Soprattutto lo staff di Habilis l’ha tirata su con le proprie mani, nell’ultimo anno. Fatica e sudore, per qualcosa che si ama.

HABILIS

Ma gli intenti di Habilis, a pensarci bene, sono già ben chiari dal nome dell’associazione. Habilis, appunto. Che vuol dire? Viene da Homo Habilis, secondo gli studiosi – anche se c’è qualche controversia, ma ormai è passata come buona – il primo ominide del genere Homo a sviluppare capacità simili a quelle che hanno generato il mondo come lo conosciamo oggi. Tre le caratteristiche fondamentali. Prefigurare la necessità futura degli oggetti, scegliere i materiali adeguati per costruirli ed essere in possesso dell’abilità manuale e cognitiva per realizzarli e poi utilizzarli. Sembra roba da poco, in realtà quando uno dei ragazzi di Habilis – Fabio -, ci ha fatto vedere come accendere un fuoco tramite l’uso della sola pietra e di erba secca, non è sembrato proprio un gioco da ragazzi. Pensi: tira fuori l’accendino e la facciamo finita! Ma tra le pietre e l’accendino ci sono – a spanne - 2,4 milioni di anni di evoluzione. Non una passeggiata.

IL PRESIDENTE GHIGO GUALINETTI: HABILIS E' UN MEZZO

Habilis li percorre all’indietro, cercando di andare avanti con le proprie mani. Il presidente dell’associazione Ghigo Gualinetti parla chiaro. «Questa scuola è un mezzo, per ottenere la propria libertà personale. Ci vuole fatica, ma il risultato finale vale ogni sforzo. Io ho alle spalle più di 40 anni di esperienza in attività estreme, cominciati per allontanarmi dalla realtà di tutti i giorni, che mi stancava e mi sembrava inutile. Il bar, gli amici, le sigarette, gli stessi discorsi sempre, le stesse cose tutti i weekend, i giorni tutti uguali. Così ho ascoltato il richiamo della natura e non mi sono negato davvero nulla. Albergava dentro di me una natura primitiva diciamo, mi mettevo alla prova con tutto: scalate estreme, la grotta più profonda del mondo, immersioni, la bici sulle spalle, buttandomi giù dalle piste da sci. Ho fatto un sacco di cose, anche stupide. A me servivano per scaricare tensioni, ansie, ma avevo anche acquisito un bagaglio di esperienze incredibile che potevo comunicare agli altri».

CAMBIO DI MENTALITA'

Così nasce il progetto Habilis, insieme all’amico Gerardo “Gerry” Fornaro. «Esatto. Passando per il CAI, speleologia, alpinismo, anche immersioni, ho capito che il mio modo di vivere può anche essere interpretato come un modello, per un recupero psicofisico della persona. Ho pensato: perchè non mettere a dispizione tutto questo per rendere possibile a qualcuno il percorso che ho fatto io? Arrivare alla fine dell’anno avendo fatto tutto in proprio, senza delegare al pc o alla tv, affrontando ogni cosa con grande serenità e camminando davvero sulle proprie gambe. Accendere il fuoco è l’ultima cosa. Sto parlando di cambiare mentalità. Ti entra dentro una pace incredibile, sembra assurdo, ma proprio attraverso la fatica arrivi alla pace. Non è idealmente molto diverso dallo yoga».

LO YOGA ESTREMO

Diciamo che è uno yoga pratico, per chi ama l’avventura e odia la noia. Ma anche per chi è – come diceva Dante – tra color che son sospesi. E magari non sa cosa fare. Ad aprile Habilis apre i battenti. E sul prossimo numero di Oltre Gli Orizzonti, in uscita a giorni, potrete leggere un servizio completo sull’associazione di Sant’Olcese. Restate collegati! Intanto, questo il sito di riferimento per chiunque fosse interessato.

 

www.habilisgenova.it